Tendenze delle piante energetiche estensive: Miscanto (erba elefantina) o sida? (Parte 2)

Virginia mallow, Sida hermaphrodita (L.) Rusby, Biljke side, Sida east,
Per quanto riguarda le piante energetiche estensive a raccolta annuale non esiste purtroppo una selezione così ampia come per la legna energetica. Tuttavia queste erbe e piante presentano alcuni importanti vantaggi rispetto alle piante per bioenergia di origine forestale.

Accade generalmente che il raccolto è molto asciutto, solitamente il raccolto è al di sotto del 20% (8-15%) ed è possibile usare le raccoglitrici adoperate in agricoltura (raccoglitrici per granturco). Inoltre quella della biodiversità nel contesto di piantagioni di grandi dimensioni è una tematica che riveste un interesse sempre maggiore.

La sida, una pianta energetica relativamente nuova in Europa Centrale, sembra colmare un vuoto che non era stato possibile riempire con altre piante.

Virginia mallow

Sida hermaphrodita (L.) Rusby in inverno

Cresce nelle classiche regioni asciutte (300-600 mm di precipitazioni ed estate lunga e asciutta) in Austria come nel Weinviertel, in alcune zone del Burgenland o in Ungheria. Naturalmente non si avvicina al raccolto del miscanto (erba elefantina) né a quello dei classici legni energetici come il pioppo e il salice, i quali tuttavia non vengono coltivati in queste condizioni climatiche.

La Polonia, un clima continentale con inverni rigidi, manti nevosi limitati e terreni molli, ha stabilito nell’ultimo decennio vaste superfici dedicate alla sida. Anche la regione tedesca del Brandenburg potrebbe essere interessante per la sida. Noi pensiamo che c’è ancora molto che attende la sida e naturalmente la terremo al corrente!

Il miscanto è una tematica sempre valida

Per quanto riguarda il miscanto, anch’esso a raccolta annuale come la sida, le cose sono andate un po’ a rilento. Almeno in Europa Centrale si ha questa impressione. Non siamo in grado di confermare che in molti paesi dell’Europa Centrale e Settentrionale si stiano allestendo nuove superfici dedicate al miscanto. In Europa Meridionale e Sudorientale la situazione del Miscanthus giganteus rimane rosea anche se naturalmente è difficile trovare piante a cui accoppiarlo.

In generale è possibile osservare sempre più operatori termici in grado di usare in modo accettabile questo combustibile per niente facile da trattare, o che regolano i propri impianti per l’uso del miscanto. Negli impianti termici di grandi dimensioni l’erba elefantina usata come miscela insieme ai cippati ha sempre meno acquirenti, a causa dei prezzi elevati e dell’offerta di cippati provenienti dai boschi. Alcuni piccoli impianti termici hanno nel frattempo iniziato a usare il miscanto operando senza intoppi dopo alcuni comprensibili contrattempi iniziali. Ecco un breve filmato contenente le impressioni suscitate dal miscanto.

Sono ora disponibili in grandi quantità piantine per superfici piccole e medie. Grazie all’inverno estremamente mite quest’anno la stagione delle piante inizia presto, per cui se è interessato al miscanto o alla sida le consigliamo di contattarci il prima possibile!

Qui è possibile acquistare direttamente i legni energetici sida e miscanto.

Miscanthus, Elefantengras, Chinaschilf, Chinagras

Miscanthus


2 Responses to Tendenze delle piante energetiche estensive: Miscanto (erba elefantina) o sida? (Parte 2)

  1. Uwe Simon says:

    Sehr geehrter Herr Sperr,

    wie telefonisch angekündigt bitte ich um die Erlaubnis, Ihr Miscanthus-Feld Foto in einem Schülerin-Artikel zu Energiepflanzen in unserer Zeitschrift “Young Science” abdrucken zu dürfen.

    Mit freundlichen Grüßen
    Uwe Simon

    • Reinhard Sperr says:

      Sehr gerne!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>