L’economia di interessare pubblico: un modello economico alternativo?


L’economia di interesse pubblico è un modello economico pensato come alternativa all’attuale economia di mercato. Service Gärtner, un’azienda affiliata di Energiepflanzen.com, desidera offrire uno sguardo d’insieme su questo tema: quali sono i presupposti, come sono stati individuati da Service Gärtner, la sua esperienza e cosa essa ha realizzato sino a ora.

Presupposti vale a dire uno sguardo d’insieme sulla economia di interesse pubblico.

Essa costituire un modello economico alternativo e si basa su valori che promuovono il bene pubblico. Sostiene cambiamenti rivolti alla sostenibilità, all’equità e alla democrazia. Il suo obiettivo è garantire qualità della vita a tutti gli esseri viventi e alla Terra.

Energiepflanzen, Impressionen Weiden, Piante energetiche, impressioni dei salici,Energetski usevi impresije vrbama, Culturi energetice, impresii despre sălcii,

Piante energetiche, impressioni dei salici

L’economia di interesse pubblico non vale solo per le imprese o le scuole. I comuni, le associazioni e i soggetti privati possono fare molto per il bene comune. Come esempio è disponibile un test rivolto a tutti noi. Il suo obiettivo di base è valutare il contributo che è possibile dare al bene comune.

Vengono elaborati o imposti stimoli di carattere economico, politico e sociale:

L’economia: il modello è valido per tutti, imprese, comuni o scuole. Anche le dimensioni e la forma giuridiche sono identiche.

In politica è necessario discutere delle modifiche legali di questo sistema economico. La politici dovrebbe aiutare a stabilire degli standard riguardanti la dignità umana, l’equità, la solidarietà, la giustizia, la cogestione e la sostenibilità.

Nella società è necessario sostenere la costruzione della consapevolezza. Il movimento sta cercando di collegarsi ad altre iniziative simili. La stima e il coraggio donano punti importanti.

Come possiamo vivere ogni giorni i valori dell’economia di interesse pubblico?

Un ottimo strumento è la matrice del benessere. In essa vengono definiti i criteri in base ai quali effettuare una valutazione che tenga conto del sistema del punteggio. Le imprese creano una bilancia del benessere o una prima relazione. La valutazione viene eseguita in modo autonomo, successivamente il bilancio o la relazione vengono verificati esternamente. Questi risultati devono/dovrebbero essere pubblicati per garantire la trasparenza. Per i privati il test individuale è più semplice: si tratta di una lista Excel con domande sul comportamento individuale. Anche viene utilizzato il sistema del punteggio. Al termine in base alla valutazione ottenuta viene visualizzato il proprio grado di consapevolezza “WIR” da usare per stimolare le proprie riflessioni!

L’obiettivo a lungo periodo è di ottenere benefici legali per le imprese impegnate nel benessere comune: per esempio migliori condizioni di credito, un minore carico fiscale, preferenza negli incarichi pubblici, facilitazioni nel commercio (internazionale). Inoltre l’ideale sarebbe di far sì che i benefici non vengano trasferiti all’esterno ma rimangano all’interno dell’azienda rinforzandola. La spinta alla crescita economica aumenta, la creatività e la cooperazione vengono rafforzate dalle imprese, la vita è più piena e il commercio più equo. La pratica dimostrerà se ciò è in grado realmente di cambiare le cose.

In questa forma di ordinamento economico si decide in modo democratico, pertanto tutti sono spinti a proporre le proprie idee. A lungo termine sarà possibile stabilire una economia di interesse pubblico.

Perché una economia alternativa?

Energiepflanzen Elektroautos, BMWi3 und Mitsubishi i-MiEV, Culturi energetice, masini electrice, BMWi3 și Mitsubishi i-MiEV, Električni automobili na energetske useve, BMWi3 i Mitsubishi i-MiEV

BMWi3 e Mitsubishi i-MiEV

Corporate Social Responsibility (CSR), protezione dell’ambiente, diritti dei dipendenti, un ambiente dignitoso uguale per dipendenti, clienti, colleghi o fornitori. Tutto questo è una parte fondamentale di Service Gärtner sin dalla sua fondazione. In qualità di azienda dedicata alla protezione ambientale sono stati usati i primi deviatoi, a cui è seguita la prima auto a gas naturale e nel 2013 la prima conversione del parco macchine. Nel frattempo anche la carta usata negli uffici è ecologica e l’azienda conosce la propria produzione di CO2. L’economia di interesse pubblico è stato quindi il passo logico successivo per rendere il commercio più trasparente.

Quali sono le esperienze di Service Gärtner?

Poiché è necessario operare su aspetti diversi dell’impresa è evidente che la realizzazione del bilancio o dei resoconti debba essere un procedimento a lunga durata. Uno strumento di supporto è costituito dai gruppi di incontro regionali e da un manuale con molti suggerimenti, spiegazioni alle domande ed esempi positivi che hanno funzionato alla grande nella pratica.
Per i singoli criteri vengono assegnati dei punti – non è un compito facile, perché come riuscire a valutare la propria azienda? Si tratta di un processo “learning by doing “!

Entusiasti come siamo spesso noi giardinieri paesaggisti, alla Service Gärtner abbiamo voluto realizzare un bilancio. Sono stati preparati tutti i documenti necessari, quindi sono iniziati i lavori. Abbiamo seguito incontri sulle politiche energetiche che ci hanno fornito un grande supporto. Gli incontri hanno richiesto molto tempo e spesso non era facile adeguarli ai ritmi richiesti dai lavori di giardinaggio. Ciò ha richiesto molto lavoro autonomo che ha prodotto eccellenti risultati. Tuttavia sembra che la situazione non era ancora maturata abbastanza, molte domande erano ancora prive di risposte o alla prova dei fatti si sviluppò una certa disillusione che fece sì che per un anno non si ebbero progressi. Durante l’anno è stata realizzata una relazione (la variante semplificata) che è stata controllata esternamente e pubblicata sulla homepage. Questo consente una eccellente panoramica di ciò che ha fatto Service Gärtner e dove può essere migliorata. Nel frattempo è stato realizzato il manuale che è stato di grande aiuto nella preparazione del bilancio del 2014 – nei primi mesi dell’anno successivo la nostra azienda affiliata ha pubblicano il suo primo “grande” bilancio!

Il redattore del bilancio ha formulato le seguenti riflessioni:

Probabilmente questo modello economico non è adatto a tutte le aziende. I criteri negativi sono alcuni punti molto esigenti per alcune aziende. Per esempio, l’energia atomica: rientra fra i prodotti deleteri per il genere umano e pertanto subisce una valutazione negativa. Si tratta di una riduzione di 200 punti. L’azienda deve anche investire pesantemente nella sicurezza, nella parità dei diritti o in altri criteri positivi per ottenere una valutazione positiva.

L’economia di interesse pubblico presenta anche alcuni punti critici: la fondazione Julius Raab ha per esempio dedicato al tema

Energiepflanze Weide Detail, Energetski usevi, impresije vrbe, Piante energetiche, dettagli impressioni, Plante energetice de salcie detaliu

Piante energetiche, impressioni dei salici

diversi incontri: uno intitolato “Attentato al nostro benessere?” e inoltre alcune considerazioni critiche del dr. René Schmidpeter. Essi illustrano i lati negativi di questo modello economico o gli approcci che è necessario ripensare in modo innovativo – come gli espropri o le limitazioni della libertà dei singoli individui. Nel peggiore dei casi si arriverebbe alla dittatura – cosa da evitare = la strada che porta all’applicazione di questa forma economica a tutto il mondo è ancora molto lunga.

Cosa produce la preparazione di un bilancio orientato al bene comune?

Per prima cosa rende visibile tutto ciò che l’impresa fa. Internamente si discuto molto di ciò ma tutto resta all’interno dell’azienda. Molto più interessante sarebbe condividere altre visioni, fare degli scambi e rendere trasparenti persino le proprie attività.

Naturalmente un simile bilancio indica anche i punti che possono essere migliorati. Gli standard della matrice sono relativamente alti, tuttavia passo dopo passo è possibile arrivare al proprio obiettivo. Attualmente tale attività non richiede che tutto sia perfetto sin dall’inizio – sono preferibili piuttosto dei miglioramenti annuali.

Stefi Wassermann

DSG Mondseeland


Comments are closed.