Dettagliate informazioni in materia di miscanto, miscanto sinensis ed erba elefantina

Miscanthus giganteus Detail

Miscanthus giganteus dettaglio

Miscanthus giganteus – si tratta probabilmente di una delle erbe da combustione più interessanti della nostra epoca, che necessita di un contributo minimo pur garantendo una resa enorme. Qui di seguito desideriamo fornirvi tutte le principali informazioni relativamente a questa “erba jumbo”, di cui avete bisogno per la vostra piantagione di miscanto.

Ci potete porre le vostre domande contattandoci all’indirizzo di posta elettronica: info@energiepflanzen.com oppure ci potete semplicemente telefonare. Naturalmente vi invitiamo a visitare, previo appuntamento, uno dei nostri campi di erba elefantina!

Torna alla pagina principale

Terreno e clima per il miscanto sinensis

Per la coltivazione di erba elefantina i terreni più adatti sono i terreni argillosi, ricchi di humus e dotati di un buon approvvigionamento di acqua. Non sono adatti invece i terreni molto pesanti e quelli che tendono alla compattazione. Il ter”Miscanthus, Elefantengras, Chinaschilf, Chinagras” width=”640″ height=”406″ />[/caption]

La temperatura media annuale dovrebbe superare i 7° C, meglio 8,5° C. I terreni asciutti non sono raccomandabili. Anche la coltivazione in terreni oltre i 700 fino a 800 m sul livello del mare è problematica, lo stesso vale per le regioni caratterizzate da abbondanti precipitazioni di carattere nevoso. Le basse temperature hanno un effetto negativo sulla crescita delle piante giovani. Pendii rivolti al nord, vallate molto esposte al freddo così come i luoghi che tendono alle gelate tardive, non sono adatti per la coltivazione. Le foglie dei germogli giovani muoiono con una temperatura inferiore ai −5° C, ma poi spesso di precipitazioni scarse, ossia circa 500 mm, i raccolti possono diminuire. In seguito ad un prolungato periodo di siccità, si verifica un periodo di arresto della crescita, caratterizzato da una parziale caduta delle foglie. La crescita riprenderà in seguito alle precipitazioni o ad un’attività di irrigazione.

Miscanthus, Elefantengras, Chinaschilf, Chinagras

Campo di miscanto presso Oberhofen, Austria

La temperatura media annuale dovrebbe superare i 7° C, meglio 8,5° C. I terreni asciutti non sono raccomandabili. Anche la coltivazione in terreni oltre i 700 fino a 800 m sul livello del mare è problematica, lo stesso vale per le regioni caratterizzate da abbondanti precipitazioni di carattere nevoso. Le basse temperature hanno un effetto negativo sulla crescita delle piante giovani. Pendii rivolti al nord, vallate molto esposte al freddo così come i luoghi che tendono alle gelate tardive, non sono adatti per la coltivazione. Le foglie dei germogli giovani muoiono con una temperatura inferiore ai −5° C, ma poi spesso fuoriescono nuovamente dopo un po‘. Affinché i rizomi riescano a superare al meglio l’inverno nelle regioni caratterizzate da temperature molto basse, una fitta coltre di neve può essere di grande aiuto.

Torna alla pagina principale

Preparativi la semina di miscanto/erba elefantina

Per la preparazione della semina, in autunno il terreno coltivato dovrebbe essere arato almeno fino a 20 cm di profondità. Bisogna prestare attenzione a non inserire alcuna grande massa organica dalla precoltura, poiché l’azoto rilasciato avrebbe un effetto ritardante sul processo di maturazione in autunno. Le piante annuali di miscanto in autunno iniziano molto tardi l’immagazzinamento di principi nutritivi nei rizomi e quindi la resistenza al gelo in caso di crescita troppo forte non può più essere sufficientemente garantita, soprattutto in autunno.

Torna alla pagina principale

Materiale da semina: rizomi di miscanto

Rizomi di miscanto

Rizomi di miscanto

Prestate molta attenzione nell’acquistare un tessuto sano e solido! Le estremità tagliate o incrinate devono presentare un colore biancastro e luminoso. I rizomi che vi daremo sono lunghi circa 7−15 cm e nella maggior parte dei casi presentano 4 o più germogli ben sviluppati. La raccolta ed il successivo smistamento manuale avvengono normalmente nello stesso giorno. Per effettuare uno stoccaggio momentaneo, senza alcuna perdita in termini di qualità, bisogna sistemare il prodotto all’interno di sacchetti di plastica e rilasciare in luogo fresco e buio.

Semina di miscanto /erba elefantina

I rizomi sono molto sensibili al fenomeno della disidratazione, gli stessi quindi, una volta rimosso l‘ imballaggio, dovrebbero essere piantati il prima possibile (periodo della semina: dalla metà di Aprile al più tardi fino alla metà di Maggio). La temperatura del suolo ottimale per la semina è di 10° C. Qualora la semina avvenisse prima dei termini consigliati, sussiste il pericolo delle gelate tardive, mentre qualora la semina avvenisse dopo i termini consigliati sussiste il pericolo di siccità di primavera e caldo torrido. La distanza tra le piante è di metri 1 x 1, il che significa 10.000 piante all‘ettaro. In considerazione del raccolto , è consigliabile dare alle superfici una forma il più possibile rettangolare, oltre a fare in modo affinché tali superfici siano facilmente accessibili per mezzo di pesanti macchinari per la raccolta. I luoghi avversi risultano difficili per la raccolta e quindi molto più costosi per ciò che concerne i costi dei macchinari. A partire da circa 2 ettari i costi della raccolta tendono a ridursi in modo significativo. I rizomi vengono posti ad una profondità di circa 4 cm in presenza di terreni leggeri ed ad una profondità di circa 8 cm in presenza di terreni pesanti. Per effettuare la semina nel modo più proficuo, è necessario utilizzare una vecchia macchina pianta patate convertita. In questo caso lo scivolo di scarico viene sostituito per mezzo di un tubo POLO-KAL, dotato di un diametro di circa 15−20 cm. Per una crescita di successo è necessario garantire un’eccellente chiusura del suolo, pertanto sono importanti i rulli di pressione presenti sulla macchina pianta patate convertita. La superficie inoltre deve essere spianata ed innaffiata, ove necessario.

Torna alla pagina principale

Cura e tutela della semina di miscanto/miscanto sinensis

Radice di erba elefantina dopo circa 5 settimane, diserbatura insufficiente!

Radice di erba elefantina dopo circa 5 settimane, diserbatura insufficiente!

Nel corso del primo anno, una diserbatura è, oltre alla qualità e freschezza dei rizomi, un fattore determinante per il successo della piantagione. Dopo il secondo anno un raccolto parziale con circa il 30% del raccolto totale può essere riposto. Nel corso del terzo anno avviene il primo raccolto pieno ed a partire da questo momento è possibile eseguire una minima attività di concimazione. Per combattere le erbe infestanti sono autorizzati „Callisto“ e „Harmony“ /preparato di mais). Alternativamente all’impiego di pesticidi, danno ottimi risultati anche lo zappare e lo strigliare con attenzione. In caso di diserbatura meccanica nel corso dell’anno di pausa della piantagione, è necessario zappare almeno tre volte tra le filari delle piante.

L’infestazione di malattie e parassiti è un fenomeno scarso e poco noto, tuttavia è un fenomeno possibile in caso di sbarramento idrico o di giacenza indebolita.

Fertilizzante per miscanto/erba elefantina


Visto che a partire dalla metà di Settembre la maggior parte delle sostanze nutritive assorbite e delle sostante assimilate vengono nuovamente trasferiti nei rizomi, un’eventuale attività di concimazione può avvenire solo in forma minimale. Le foglie che cadono rimangono sul campo come pacciame. A causa della mancata formazione di sementi e frutti, il fabbisogno di sostanze nutritive è significativamente inferiore rispetto a quello di comparabili colture agricole. Un‘azione fertilizzante a base di azoto è consigliabile solo a partire dal secondo anno, la coltura tuttavia può essere realizzata anche in assenza di un’azione fertilizzante. Negli ambienti naturali di buona qualità un’azione fertilizzante è utile a partire dall’ottavo/nono anno. In generale si distribuisce il fertilizzante dopo la raccolta (Aprile/Maggio). Ne consegue che è possibile il transito del campo con lo spandiconcime.

Tipi di fertilizzante::

Potassio: è possibile e consigliabile una superficiale distribuzione della cenere dopo i primi anni.

Letame: in generale si sconsiglia l’applicazione di letame, oppure lo si consiglia solo in quantità molto ridotte.

Fertilizzante N: questo fertilizzante ha un effetto positivo sul raccolto, anche se utilizzato in quantità minima. Nella maggior parte die casi con solo 60 kg N/all‘ettaro il potenziale del raccolto può essere esaurito (fertilizzante minerale), tuttavia al massimo 100 kg N/all‘ettaro/a.

Torna alla pagina principale

Miscanthus

Campo di miscanto

Durata dello sfruttamento della coltivazione di miscanto

Duarata della coltura: circa 25 anni

Radicamento: 1−2 periodi vegetativi Fase di maggiore sfruttamento della coltivazione: strong> 20−25 periodi vegetativi Fase successiva allo sfruttamento della coltivazione: : 5−10 periodi vegetativi

Nel corso del terzo anno le piante raggiungono circa i 3 metri di altezza e per la prima volta si realizza un raccolto completo. Il massimo del raccolto si realizza nel corso del 6-7 anno, dopo di che il raccolto si mantiene ad un livello costante.

Torna alla pagina principale

Stoccaggio del miscanto sinensis (cedimenti/piegature)

Questo succede quando la neve cade con anticipo, ossia quando le foglie non sono ancora cadute. Nelle piante giovani gli steli possono nuovamente drizzarsi dopo il disgelo, mentre nelle piante più vecchie gli steli si rompono a circa 40−50 cm da terra. Nelle piante molto forti le foglie potrebbero non cadere. Durante la fase della triturazione si sviluppa una notevole quantità di polvere e la qualità del cippato (aumentato del contenuto di silicio!) è peggiore (comportamento durante la fase di maturazione). Uno stoccaggio riduce anche la velocità del trituratore, cosa che si traduce in costi per la raccolta leggermente superiori.

Torna alla pagina principale

Comportamento durante la fase di maturazione dell’erba elefantina

A partire dalla fine di Settembre avviene il trasferimento delle sostanze di riserva nel sistema dei rizomi, soprattutto Settembre ed Ottobre. Non è pertanto consigliabile effettuare la semina, poichè le piante di miscanto in generale raggiungono la piena maturazione solo nel corso del mese di Dicembre.

Torna alla pagina principale

Rese del miscanto

Le rese del miscanto sono fortemente influenzate da fattori quali: la qualità del terreno, l’approvvigionamento idrico e la temperatura dell’ambiente naturale.

Rese di massa asciutta (TM-rese/tonnellate atro*):

Miscanthus/Elefantengras/Chinagras/Chinaschilf Hackgut/Hächselgut

Cippato/materiale triturato di erba elefantina

• 4.000−7.000 kg/all’ettaro nel corso del secondo anno

• 12.000−20.000 kg/all’ettaro a partire dal terzo anno

In presenza di un contenuto di acqua del 14% è possibile calcolare una quantità media di raccolta di 19.000 kg/all‘ettaro (strati di mais in grano).

* 1 tonnellata atro corrisponde a 10−12 m³ di materiale triturato (capacità di stoccaggio!).

Torna alla pagina principale

 

Raccolta di erba elefantina /miscanto

I termini e la tecnologia richiesta sono determinati dallo sfruttamento e dall’impiego della raccolta! Il periodo della raccolta va da Novembre fino all’inizio di Maggio, l‘ideale sarebbe il mese di Aprile. Una settimana di sole prima del raccolto rappresenterebbe un elemento di grande vantaggio. Il contenuto di acqua dovrebbe essere il più ridotto possibile (10−20 %), poiché in presenza di un maggiore livello di umidità (>20%) bisogna tener conto della formazione di riscaldamento e di muffa nel materiale triturato.

Maishächsler für Miscanthus/Elefantengras-Ernte

Trituratore di mais senza filali per la raccolta del miscanto

Il materiale triturato presenta normalmente un buon livello di conservabilità. Presupposto per un adeguato livello qualitativo del materiale triturato è la tecnologia di raccolta e l’utilizzo di lamine di grande pregio. Un elemento decisivo inoltre è la presenza di una quantità sufficiente di materiale per la raccolta. Si consiglia un’altezza di taglio compresa tra i 10 e 15 cm. La lunghezza del materiale triturato deve essere di 2−3 cm, per quanto le piante vengano tritate in modo da poter essere stoccate nella giusta direzione. Un’ulteriore possibilità è rappresentata dalla pressione di balle di grandi dimensioni, che possono essere interamente utilizzati per grandi impianti di combustione. Abbiamo già effettuato con successo degli esperimenti basati sulla pressione delle balle di silo.

Torna alla pagina principale

Scioglimento delle piante di miscanto/campi di erba elefantina

Il trattamento dovrebbe avvenire immediatamente dopo l’ultima raccolta e per mezzo di ripuntatori. Successivamente i rizomi vengono fresati, in modo tale che le piante muoiono per disidratazione. I rizomi che cominciano a germogliare vengono spruzzati di round-up, quando gli steli presentano una lunghezza da 20 fino a 40 cm. I ritardatari devono essere trattati in maniera episodica (dal secondo fino al quarto anno). Per produrre una corrispondente pressione generata dalla concorrenza, dovrebbe essere coltivato un frutto intermedio che si nutre di azoto, dotato di una solida formazione di massa sopra la terra. E‘ quindi possibile considerare di ottenere la prima, regolare coltura successiva solo in autunno.

Torna alla pagina principale

Riutilizzazione del miscanto

La grande varietà di erba elefantina si riflette naturalmente anche e soprattutto nelle davvero infinite possibilità di riutilizzazione del miscanto. Tutti i proprietari di un giardino conoscono bene il pacciame. Alcuni lo amano, alcuni non riescono a sopportarne l‘odore. Il miscanto rappresenta un sostituto più economico, più famigliare e soprattutto di gran lunga più grazioso del tradizionale pacciame. Questo pacciame è altamente durevole e presenta molte meno esigenze rispetto al pacciame di corteccia. Il materiale triturato di miscanto viene inoltre utilizzato anche in qualità di isolante termico ed additivo a sostanze (in Svizzera si trovano alcuni buoni esempi), come modanature nell’industria automobilistica e nel giardinaggio. Al giorno d’oggi comunque la maggior parte del miscanto viene bruciato. Indipendentemente dal pellet di miscanto e brickett di miscanto, l’erba elefantina viene sempre più spesso presa in considerazione come sostituta del legno direttamente dal terreno coltivato. Gli elevati valori di silicio e cloro, che in passato ha spesso causato problemi nelle stufe tradizionali, vengono sempre più spesso rimossi e sempre più migliorati dal punto di vista tecnico. Come additivo del 30-50% esso ha funzionato bene anche in passato, le stufe offrono per la pura attività di combustione le società Hargassner, Heizomat, Froehling, ETA, Biokompakt e Guntamatik. Un’ulteriore ed eccezzionale possibilità per il miscanto è rappresentata dall’utilizzo come strame per i cavalli o altri animali di piccola taglia. Una minima miscela di olio evita la formazione di polvere, di cui invece ci si lamenta spesso. La paglia di miscanto è più assorbente della paglia normale e dopo l’utilizzo può essere nuovamente riutilizzata come fertilizzante sul campo, cosa che rappresenta il maggiore vantaggio.

Nel filmato qui di seguito riportato vi illustriamo due esempi di “Best-Practice” dall’Alta Austria per quanto concerne lo sfruttamento del miscanto:

Torna alla pagina principale
Fonte: esperienze personali, seminari, conferenze e LKOE

Acquistare colture energetiche on-line a prezzi vantaggiosi

Al negozio on-line