Your Cart

Your cart is currently empty

1
1
2
2
3
3
4
4
5
5

Enciclopedia per le piante energetiche

Tutto sull' delle piante energia

Rese della foresta energetica

La resa per ettaro all’anno ammonta a circa 7 fino a 15 tonnellate atro (assolutamente asciutto = massa asciutta). Ci possono tuttavia essere delle differenze anche molto sognificative in base al clima, lo stato del terreno, l’approvvigionamenti idrico e le varietà. Nel caso del pioppo, in presenza di condizioni ottimali la resa può ammontare fino […]

Risultato

Risultato: la pianta della sida dal nostro punto di vista racchiude un enorme potenziale grazie alla sua adattabilità per località asciutte da un lato, e per un prodotto e uno sfruttamento relativamente più semplici rappresentando un”opzione interessante per il futuro anche per ragioni legate alla diversificazione delle piante energetiche estensive (rispetto alle monocolture).

Riutilizzazione del miscanto

La grande varietà di erba elefantina si riflette naturalmente anche e soprattutto nelle davvero infinite possibilità di riutilizzazione del miscanto. Tutti i proprietari di un giardino conoscono bene il pacciame. Alcuni lo amano, alcuni non riescono a sopportarne l‘odore. Il miscanto rappresenta un sostituto più economico, più famigliare e soprattutto di gran lunga più grazioso […]

Scioglimento delle piante di miscanto (campi di erba elefantina)

Il trattamento dovrebbe avvenire immediatamente dopo l’ultima raccolta e per mezzo di ripuntatori. Successivamente i rizomi vengono fresati, in modo tale che le piante muoiono per disidratazione. I rizomi che cominciano a germogliare vengono spruzzati di round-up, quando gli steli presentano una lunghezza da 20 fino a 40 cm. I ritardatari devono essere trattati in […]

Semina di miscanto /erba elefantina

I rizomi sono molto sensibili al fenomeno della disidratazione, gli stessi quindi, una volta rimosso l‘ imballaggio, dovrebbero essere piantati il prima possibile (periodo della semina: dalla metà di Aprile al più tardi fino alla metà di Maggio). La temperatura del suolo ottimale per la semina è di 10° C. Qualora la semina avvenisse prima […]

Semina di pioppo e talee di salice

La coltivazione di legna da combustione come il pioppo, salice e robinia avviene in primavera dalla metà di Marzo fino al massimo alla metà di Maggio (alta quota). Le talee alte circa 20 cm, le canne alte da 1 a 2 m oppure le barbatelle di un anno con un’altezza da 1 a 2 m […]

Speci, cloni e varietà per la foresta energetica

Il termine clone viene utilizzato per indicare l’insieme delle piante che presentano lo stesso materiale genetico. La clonazione avviene per mezzo di riproduzione vegetativa, ossia l’utilizzo di segmenti di germoglio dell’albero madre. In Europa centrale vengono presi in considerazione soprattutto pioppo e salice. Quest’ultimo soprattutto per terreni ricchi di acqua, freschi e posti in alta […]

Stoccaggio del miscanto sinensis (cedimenti/piegature)

Questo succede quando la neve cade con anticipo, ossia quando le foglie non sono ancora cadute. Nelle piante giovani gli steli possono nuovamente drizzarsi dopo il disgelo, mentre nelle piante più vecchie gli steli si rompono a circa 40−50 cm da terra. Nelle piante molto forti le foglie potrebbero non cadere. Durante la fase della […]

Terreno e clima per il miscanto sinensis

La temperatura media annuale dovrebbe superare i 7° C, meglio 8,5° C. I terreni asciutti non sono raccomandabili. Anche la coltivazione in terreni oltre i 700 fino a 800 m sul livello del mare è problematica, lo stesso vale per le regioni caratterizzate da abbondanti precipitazioni di carattere nevoso. Le basse temperature hanno un effetto […]

Utilizzo di materiali raccolti (Sida)

Un altro vantaggio della sida rispetto ad altre piante energetiche estensive è costituito dallo sfruttamento dei materiali prodotti. Il cippato, che può essere raccolto usando una raccoglitrice da mais così come con il miscanto e quindi tritato, non contiene componenti che potrebbero rappresentare un pericolo per le caldaie. Solo la bassa densità di carica (ancora […]

©energiepflanzen.com - Reinhard Sperr (2008 – 2017)