Your Cart

Your cart is currently empty

Fertilizzante per miscanto/erba elefantina

Visto che a partire dalla metà di Settembre la maggior parte delle sostanze nutritive assorbite e delle sostante assimilate vengono nuovamente trasferiti nei rizomi, un’eventuale attività di concimazione può avvenire solo in forma minimale. Le foglie che cadono rimangono sul campo come pacciame. A causa della mancata formazione di sementi e frutti, il fabbisogno di sostanze nutritive è significativamente inferiore rispetto a quello di comparabili colture agricole. Un‘azione fertilizzante a base di azoto è consigliabile solo a partire dal secondo anno, la coltura tuttavia può essere realizzata anche in assenza di un’azione fertilizzante. Negli ambienti naturali di buona qualità un’azione fertilizzante è utile a partire dall’ottavo/nono anno. In generale si distribuisce il fertilizzante dopo la raccolta (Aprile/Maggio). Ne consegue che è possibile il transito del campo con lo spandiconcime.

Tipi di fertilizzante:

  • Potassio: è possibile e consigliabile una superficiale distribuzione della cenere dopo i primi anni.
  • Letame: in generale si sconsiglia l’applicazione di letame, oppure lo si consiglia solo in quantità molto ridotte.
  • Fertilizzante N: questo fertilizzante ha un effetto positivo sul raccolto, anche se utilizzato in quantità minima. Nella maggior parte die casi con solo 60 kg N/all‘ettaro il potenziale del raccolto può essere esaurito (fertilizzante minerale), tuttavia al massimo 100 kg N/all‘ettaro/a.

Torna alla pagina principale

©energiepflanzen.com - Reinhard Sperr (2008 – 2017)